Salviamo il bidet!

di Andrea Riva

Pensavate di esservi liberati del matto almeno fino a settembre eh??? Vi sbagliavate cari miei!
Nonostante il mio bollettino mensile sia arrivato non molto tempo fa, le imminenti vacanze mi spingono a tornare a scuotere le vostre coscienze e a pungolare le vostre pigre menti già obnubilate dai suoni di qualche hit estiva.

Vi avevo già esortato a prendere le distanze dal linguaggio tecnico atlantista che spopola ormai da anni e a riprendere coscienza della vostra straordinaria identità linguistica. Beh… purtroppo la sacra lingua italica di Petrarca e Boccaccio non ha ancora ricacciato la piaga degli inglesismi che già dalla testa dell’idra spunta un altro temibile nemico. Ma, grazie a me e alla mia innata abilità nel prevedere le catastrofi che incombono sulle nostre teste, forse abbiamo ancora qualche flebile speranza di mantenere salde e forti le nostre radici linguistiche.

Mi è infatti giunta voce che, dopo l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea, non sazi di aver appiattito per decenni le varietà linguistiche delle nazioni, un nuovo idioma sta per essere imposto a tutti noi dai potenti del globo. Sto parlando del Francese! Eh sì, cari miei… il presidente Macron ha deciso infatti che durante la loro presidenza di turno semestrale del parlamento europeo prevista per il 2022 tutti i documenti saranno redatti in francese e non in inglese. Quale offesa! Quale superbia! Questo è un chiaro segno dell’arroganza dei nostri cugini d’Oltralpe che, non paghi di aver imposto la loro lingua per secoli e secoli, vogliono riportare in auge la loro irritantissima vibrante uvulare.

Ma d’altronde che cosa ci si poteva aspettare da loro? Da sempre cercano di imporre il loro dominio sul Bel Paese e sul resto d’Europa. Come non ricordare il cruento assedio di Roma del 390 a. C. da parte di quei maledetti Galli guidati dal sanguinario Brenno…. l’aggressiva politica di Luigi XIV… le conquiste di Napoleone, tutte mirate a portarci via le nostre opere d’arte, compresa la nostra cara Gioconda.

Quindi, cari miei, vigilate, non assopitevi sotto l’ombrellone… inglese e francese non solo minacciano la nostra amata favella ma minacciano anche la nostra nobile cultura… non vorrei un giorno svegliarmi e vedere gli italiani trasformati in un popolo di mangia-lumache e dal culetto sporco.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...