OGM, una win-win situation

di Lorenzo Caldirola

Ok, oggi per la serie rivanghiamo vecchi argomenti fuori moda parleremo di fame nel mondo.

Per essere più precisi parleremo di una delle possibili soluzioni a questo eterno problema: la diffusione su scala globale di culture OGM ad alto rendimento.

So cosa vi state chiedendo e la risposta è sì, il signor Monsanto ha pagato ogni singolo carattere di questo articolo e ha insistito personalmente affinché fosse il sottoscritto a scriverlo in quanto condivide le mie idee e sa bene che non vi possono essere verità e progresso se non scevre da ogni morale.

Tornando a noi, molti sono dubbiosi sulla diffusione degli OGM, i benefici nel breve periodo sono stati ampliamente dimostrati ma ancora ci sono preoccupazioni sui possibili effetti negativi alla lunga in termini di salute e biodiversità. Ebbene, sono qui a dirvi chissenefrega! Vedetela così, non vi assicuro che gli OGM non facciano male, vi chiedo invece di sperare che, nel caso, facciano il peggio possibile.

Probabilmente il discorso ancora non è chiaro ma proviamo ad affrontare il problema della fame nel mondo più malthusianamente. Se gli OGM permetteranno di duplicare, triplicare, che ne so, decuplicare i raccolti senza malus il problema non solo sarà risolto ma avremo tanta sovrapproduzione da far fallire un sacco di piccoli imprenditori del settore agricolo (è un mondo difficile bro, Don Monsanto manda i suoi saluti), se invece si scoprisse che nel lungo periodo questi famigerati OGM causano che so, il cancro? sterilità? piogge di meteoriti? il risultato sarà meno bocche da sfamare e, nuovamente, problema risolto.

Semplice no? Dopotutto sicuramente ogni cosa andrà per il verso giusto e se anche le cose andassero male che sarà mai, l’umanità è sopravvissuta a millenni di guerre e epidemie, che saranno mai un paio di malati più del solito, qualche pistolino che spara a salve e un sassolino ogni tanto che cade da molto molto in alto? Quindi amici bando alle ciance, levate gli ormeggi, andate e spargete il seme e non dimenticate di incrociare le dita!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...