Prospettive – Vecchiaia

Il deambulatore

di Samuele Togni

‘Un piccolo supereroe blu che se ne va via in cielo per non ritornare perché mai più si ripresenterà l’occasione dei suoi servigi’, probabilmente è questa l’ultima immagine che ricordò il vecchio romanticone, prima di entrare in coma.

Sindy, Luisa, Marinetta o Comelaseciama, quella sciura non la sopporto mica!

Coi suoi occhi da bambolina di ottant’anni continua ad ammiccare al mio padrone e quello, anziché passare le giornate in stanza a riposare, come dovrebbe, si spacca la schiena per alzarsi dal letto e farle pure lui il sorrisetto.

E soprattutto spacca la schiena a me, il deambulatore (anche se preferisco chiamarmi badante), obbligandomi a deambularlo a spasso per la casa di riposo. Non si rende conto di quanto il suo peso non sia più così dolce come ai tempi d’oro. Di qui, di là, di su… mi costringe a camminare e a faticare, e per un’ochetta poi!

Che brontolona che sono, direte, ma non lo sanno mica lor signori che io c’ho pure un’ernia.

Sapessero poi, quel che ha fatto oggi quel bambo, altroché se mi compatirebbero! Stamattina gli è saltato in zucca di pigliarsi una di quelle pillole blu che dicano facciano miracoli. Infarti, altro che miracoli! Ne ha presa giù una dopo la minestrina e TAC subito mi prende su, e via di corsa sulle mie spalle verso la camera della SindyLuisaMarinetta, tre rampe di scale!

Ma stavolta mi sono opposta eh, mica gliel’ho fatta passar liscia: TAC, un sgambettino e PATAPAM, eccolo lì con le gambe all’aria, ha preso una botta che almeno per tre mesi se ne sta lì buono a riposare… come dovrebbe.

Per farvi capire, è cascato in terra così forte che la pillola gli è uscita dalla bocca per fare almeno tre, quattro, ma che dico, almeno dieci metri di volo!

‘Addio super V’ (V for Virile).

.

La pillola magica

di Rosamarina Maggioni

Finalmente volo! Verso l’infinito e oltreee!!

Come sembrano piccole le cose da quassù, povero vecio, sperava in una nottata di fuoco con la dolce Sindy… eh ti è andata male questa volta amico mio, senza di me non so quanto vi possiate divertire…

Il grande Bob, prepotente coi bimbi e sempre incazzato con gli inservienti, quando vede la vecchietta coi capelli tinti di blu diventa un orsacchiotto cuccioloso e le vecchie nottate di gloria gli tornano alla mente ma… potete capire… la difficoltà diciamo… pratica della cosa… senza un… ehm… aiutino ecco!

Però non ho certo voglia di andare a finire sotto il letto in mezzo alla polvere, che schifo! Io sono il Viagra! Mica una tachipirina da due soldi insomma, ho la mia dignità!

Vediamo un po’ a cosa potrei dare una scossa stasera… mmm…

Perché no, andiamo a fare un salto dalla cara dentiera… ci facciamo due risatine!

Parole, parole

di Elisa Morlotti

Ma voi avete idea di quante parole escano dalla bocca di un vecchio? Anche non considerando gli eroici aneddoti di gioventù, è chiaro quanto siano interessanti le discussioni fra i nostri anziani. Commentano per ore un’infinità di episodi: la giocata pessima del socio a scopone, la scomparsa delle mezze stagioni, la predica della messa delle sette, la frecciatina della moglie alla nuora… Vi assicuro che è estremamente divertente assistere a queste chiacchierate. Certo, a volte è un po’ difficile seguire il filo logico del discorso, ma se ne sentono sempre delle belle!

Eppure, la vita è dura per chi, come me, dedica tutta se stessa alla nobile causa di far uscire dalla solitudine i nostri amici sdentati. Pezzi di cibo perennemente fra le mie membra, botte insistenti da parte della lingua, nausea costante per il continuo oscillare della mandibola… Non ho mai chiesto onori o grandi ringraziamenti, ma almeno un po’ di rispetto, per cortesia! Per non parlare del bagno notturno: sei ore (se proprio mi va bene) in apnea in una vasca strettissima piena di acqua amara, dal sapore tremendo, come di disinfettante.

Ma… Questa sera è diverso! Che il nonnino abbia deciso finalmente di farmi fare un bell’idromassaggio nell’acqua frizzante? Aaah, però, che bella sensazione! Forse è questo che provano gli uomini con il vino: mi sento fortissima, stasera non mi ferma più nessuno! Basta stare agli ordini della mascella e della mandibola, da oggi comando io!!! Appena il nonno mi mette in bocca, ci divertiamo! Credo proprio che il mio Bob abbia qualche conto in sospeso con la sua dolce Sindy…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...