Un solo Dio, un sacco di massacri

di Lorenzo Caldirola

Disclaimer: Fatevi due risate e non venite a fare i professoroni che né io né voi siamo teologi e questa rubrica è dichiaratamente provocatoria per il gusto di esserlo 

Quante volte, tra le ore di religione, la messa e il catechismo nella nostra vita abbiamo sentito le stesse quattro storie su Gesù; nasce, cresce, corre, due miracoli, qualche parabola che papà castoro spostati, un paio di situazioni scomode (povero Giuda, non è così grave baciare un altro uomo, non era necessario impiccarsi), un processo farsa degno di Forum e infine viene condannato, muore e risorge perdonando i suoi aguzzini e salvando il mondo dal peccato, Amen. Poi vabbè ci sarebbero anche un paio di spin-off in cui Gesù torna come fantasma per dare un paio di dritte agli apostoli perché senza un bel cliffhanger il finale sarebbe stato troppo sciapo. 

Ecco, non dico che i Vangeli non siano interessanti, ma c’è un sacco di roba strafiga nella Bibbia che manco vi immaginate. Nell’Antico Testamento, prima che le Sacre Scritture cadessero in mano alla Disney che, si sa, tende a edulcorare tutto ciò che tocca, si trovano una valanga di scene tra il pulp e il gore davvero da leccarsi i baffi. Violenza gratuita, omicidi sapientemente celati, massacri di intere popolazioni, stupri e continui maltrattamenti di donne; MERAVIGLIOSO. 

Ecco un assaggio di quello che potreste trovare se vi prendeste la briga di leggere la Bibbia: 

«Una sera, Lot ospitò due angeli nella sua casa a Sodoma. Quella stessa sera la casa di Lot fu assalita da una folla di delinquenti omosessuali in cerca di esperienze carnali con gli angeli. Lot cedette volontariamente le sue figlie vergini alla folla, esortandola: “Vi prego, fratelli miei, non fate questo male!” – “Ecco, ho due figlie che non hanno conosciuto uomo: lasciate che io ve le conduca fuori, e voi farete di loro quel che vi piacerà; ma non fate nulla a questi uomini, perché sono venuti all’ombra del mio tetto». (Genesi, 19:6) 

«Mosè scorse un egiziano che picchiava un ebreo. Si guardò intorno e, non trovandovi testimoni, uccise l’Egiziano e lo nascose nella sabbia». (Esodo, 2:12) 

«La comunità uccise ogni uomo e ogni donna non vergine di Iabes in Galaad. Trovarono quattrocento vergini da portare con sé». (Giudici, 21:10-12) 

«Ioab conficcò un pugnale nello stomaco di Amasà, rovesciandone l’intestino per terra. Amasà morì nel bel mezzo della strada rotolandosi nel suo stesso sangue». (Samuele, 20:10-12) 

«Dio appoggiò Giosuè nel combattere e sterminare dodicimila uomini e donne nella città di Ai. Nessuno sopravvisse». (Giosuè, 8:22-25) 

E io che ancora mi ostino a pagare l’abbonamento a Netflix. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...