Toccare il cielo con un pennello

di Ludovica Sanseverino

L’arte figurativa è sempre stata simbolo di comunicazione; comunicazione non sempre diretta tra uomo e uomo, ma anche tra l’uomo e il divino. L’arte, probabilmente, non ha mai smesso di essere religiosa. Dipende, tuttavia, da che tipo di significato vogliamo dare al termine “religioso” o “religione”. 

Fin dagli albori della pittura l’essere umano, nel corso dei secoli, ha sempre cercato una via di contatto con Dio. Il contatto figurato con il divino nacque indicativamente nel periodo dell’arte Paleocristiana, fase successiva alla nascita del cristianesimo; più precisamente nel 313, quando Costantino emanò il suo editto in cui concesse ai cristiani la libertà di culto, fornendo alla Chiesa la libertà di costruire edifici adibiti ai fedeli. In quel periodo Roma fu completamente rivoluzionata: si costruirono alcune delle basiliche più famose come quella di San Pietro e la città smise di essere capitale politica per far spazio all’etichetta di città cristiana.  

Se si vuol parlare di religione nell’arte poi non si può non prendere in considerazione l’abbazia di Cluny in Borgogna, fondata nel 910 da Guglielmo III di Aquitania e classificata come monumento fondamentale dell’arte cristiana del Medioevo. Andando avanti coi secoli l’arte figurativa o architettonica si è sempre basata su iconografie religiose che si sono evolute col passare del tempo, soprattutto perché in Italia la Chiesa aveva un enorme potere di mecenatismo sugli artisti del tempo; soprattutto in epoca medievale e rinascimentale. Ricordiamo artisti come Michelangelo, Leonardo da Vinci e Raffaello. Raffaello Sanzio fu considerato come “l’artista dei papi” per eccellenza, dato che già in giovane età, intorno ai 35 anni, era coinvolto nelle attività del papato legate alle arti. Divenne poi, nel suo periodo fiorentino, l’artista più importante dello scenario di Firenze, dato che i suoi due contemporanei più influenti, Michelangelo e Leonardo, si spostarono rispettivamente a Roma e a Milano.  

La prima opera datata del Sanzio fu una pala d’altare creata per la chiesa di San Nicola da Tolentino in Città di Castello, commissionatagli nel 1500; creò poi successivamente altre opere per le chiese della stessa località. Nel periodo di permanenza a Roma fu poi chiamato da papa Giulio II, salito al Soglio nel 1503, per decorare i suoi appartamenti del Vaticano; da questa commissione la carriera di Raffaello subì una grande svolta, dato che allora l’artista aveva appena 25 anni ed era la prima volta che assumeva incarichi così importanti. Negli anni successivi rimase al servizio di Giulio II e poi di Leone X e divenne l’artista più richiesto dello scenario romano.  

Lo scopo delle raffigurazioni religiose artistiche era un avvicinamento dell’umano ai canoni del divino, come se l’uomo dovesse osservare la grandezza di Dio sul suolo terrestre prendendo spunto dalla sua perfezione per poi imitarlo nella vita di tutti i giorni. Ma molto prima dell’epoca cristiana l’uomo non si elevava alla santità ma alla concretezza della madre terra, come testimonia ad esempio la Venere di Willendorf, statuetta raffigurante una figura femminile con seno e vulva enormemente pronunciati per elogiare la fertilità e la prosperità della terra. Dico che l’arte, come la intendiamo noi, non ha mai smesso di essere religiosa perché, come ogni cosa, si aggrappa ad una propria credenza e alle proprie speranze che mutano col passare del tempo. L’arte non smetterà mai di essere religiosa perché si aggrapperà sempre a qualcosa che l’uomo riterrà sacro, in modo individuale o massificato. Al giorno d’oggi l’arte non viene più accostata all’aggettivo “religiosa” solo perché l’uomo ha solo cambiato il suo modo di descriverla. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...