Apologia del cinema

di Francesco Marinoni

È sempre bello, ogni tanto, quando si riesce, prendersi del tempo e andare al cinema. È un gusto che un po’ si sta perdendo; quanto è innegabilmente comodo avere a disposizione film di ogni genere direttamente dal proprio computer e guardarseli spaparanzati sul divano? La sala più vicina non è poi così comoda a confronto, per non parlare degli orari e di tutte quelle piccole gratuite comodità che solo casa sa offrire. Insomma, ci sono molti buoni motivi per starsene a casa. Eppure è un’abitudine che dovremmo cercare di coltivare, nonostante tutto. Forse sono le poltroncine, il grande schermo, il suono avvolgente o quel buio fitto che “solo al cinema”, ma sicuramente c’è qualcosa di speciale e unico in quell’ambiente, qualcosa che è in grado di darti un’esperienza diversa nel suo complesso. Il cinema racconta storie, attraverso le sue immagini, i suoi colori e i suoi dialoghi; ma, oltre a questo, un film diretto bene riesce sempre a lasciare qualcosa. Potremmo dire che il regista, oltre a raccontarci una storia, ci trasmette un senso, una sua visione, e guardando il film in sala con un po’ di sforzo si riesce a coglierlo. Un luogo pensato appositamente per questo, raccontare storie e trasmettere senso. Ed è qui che la vera magia ha inizio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...