Prospettive – Intrattenimento

Lo youtuber

di Francesco Marinoni

“E con questo vi saluto! Vi ricordo di lasciare un like se il video vi è piaciuto e di iscrivervi al canale, così non rischiate di perdervi le ultime novità! Ciao a tutti dal vostro PTR2621!”.

Uff, finalmente anche per oggi ho finito di registrare. Ora non mi resta che tagliare, montare e caricare il video su Youtube e sperare di raggiungere qualche centinaio di visualizzazioni entro domani. Vi sembrano tante? Vi sbagliate: pensate che KSI, uno youtuber inglese che fa video divertenti in cui gioca a FIFA, ne ha più di un miliardo. Ed è solo uno dei tanti: un sacco di canali hanno un seguito incredibile, molto spesso perché parlano di videogiochi, ma non per forza. Per esempio il mio tema oggi era “10 cose da non fare a scuola”; sarà forse banale, ma sono sicuro che ai miei followers piacerà. In realtà qualsiasi argomento va bene, purché non venga trattato troppo seriamente: nessuno ha voglia di ascoltare cose troppo complicate (io per primo) e se vado su Youtube è per farmi due risate o passare il tempo quando non so cosa fare.

Per ora ho circa 1000 iscritti, spero di triplicarli entro la fine dell’anno e sono convinto di potercela fare. Più cresco più sarà facile che qualche big mi noti e mi faccia un po’ di pubblicità e a quel punto potrei arrivare davvero in alto e magari iniziare a guadagnare anche dei soldi. Ora però vi lascio, il mio canale preferito ha appena pubblicato un nuovo video e non posso proprio perdermelo.

Divertirsi per vivere

di Francesco Placenza

“Ciao papà, ci sentiamo domani”. Che barba, sono qui solo da una settimana e sembra non mi veda da mesi. È anche per liberarmi di lui che me ne sono andato di casa: era diventato pesante, sembrava una prigione. Mi annoiavo a morte. Qui al villaggio turistico invece si sta bene; nonostante come animatore dorma davvero poco, stia sotto il sole tutto il giorno, per giunta con dei bambini che non si stancano mai di giocare e gridare (alcuni hanno anche 50 anni), posso almeno dire che non ci si annoia quasi mai. Era questo che volevo. Poco mi interessa dei soldi, e infatti la paga è bassa; volevo smettere di sentire il tempo, così pesante con quella sua lancetta inarrestabile che martella in continuazione, e vedere se riuscivo a non badarci. Ce l’ho fatta. Riesco a divertirmi, con bambini e adulti, a freccette, bocce, beach volley, racchette, e poi al gioco serale dopo che sei stato a cena con loro. E proprio quando sto per annoiarmi di star sempre con le stesse persone ecco che la loro vacanza è finita, partono e nuovi ospiti arrivano, e così ricomincia il divertimento. Giusto oggi è arrivata una famigli in cui c’è una ragazza poco più grande di me, davvero bella, che ha iniziato a farmi gli occhi dolci e sembra essere interessata. Chissà, magari mi divertirò più di quanto mi aspettassi.

La PR

di Beatrice Marconi

Lunedì, rimozione della dignità. Selezione dei contatti: il candidato ideale è disposto a spendere 25 euro in una sera, è fan sfegatato del dj ospite ed amante dei drink fatti con dosi opinabili direttamente al tavolo. Si comincia: “Ehi, è un po’ che non ci sentiamo -smile e cuoricini- sei interessato all’evento -accozzaglia di parole in inglese che fa sempre figo-? Sarei davvero contenta se tu venissi, è una bella occasione per vedersi dopo tanto tempo -emoji dei coriandoli-”.

Mercoledì, ansia e disperazione. Cinquanta persone contattate, undici risposte, due rifiuti. Chissà se a quella mia compagna d’asilo che ieri ho salutato sul pullman piace andare a ballare…

Venerdì, il giorno peggiore. Il telefono non smette di vibrare: “Allora, quanti ne porti domani?”, “Ciao, scusa, alla fine non riesco a venire”, “Me ne porti almeno quindici?”, “Guarda, sono proprio a corto di soldi”, “Se sono meno di dieci, devo farti pagare l’entrata”, “Ma, se vengo, poi esci con me?”.

Sabato, bordo pista. A forza di sorridere mi fanno fale le guance, i tacchi mi stanno violentando le piante dei piedi, la musica è uguale a quella di sabato scorso (la quale mi faceva schifo). Ho appena postato una foto con la bottiglia della Sky Vodka: #grandeserata.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...