La vostra voce in numeri

di Alfredo Marchetti

Spettabili lettori,
il tema del numero di questo mese lo avete inteso, è chiaro.
Volendo parlare di qualcosa che riguarda da vicino tutti, abbiamo chiesto al pubblico, attraverso un rapido questionario, di raccontarci qualcosa delle loro esperienze. È con stupore che abbiamo rilevato un’ampia partecipazione, infatti sono stati più di 400 a dedicarci parte del loro tempo.
Si è voluto sondare, in modo generale, quelle che sono le attitudini, le abitudini, le paure e i fraintendimenti dei giovani riguardo al sesso e a tutto ciò che gli si correla. Chiunque ha potuto svolgere il questionario sebbene fosse indirizzato in particolare a ragazzi tra i 15 e 21 anni. La fascia di età è quella dove, generalmente (ma non è la regola), l’attività sessuale e affettiva si fa più turbolenta e irrequieta.
Va precisato che il questionario è stato realizzato interamente da noi redattori, nessun esperto in materia ha preso parte al lavoro di stesura delle domande e organizzazione delle risposte. Questo lavoro non ci fornisce nessun dato “scientifico” né significativo su larga scala, ma non perde nemmeno di valore in quanto rappresenta il parere di un piccolo campione di popolazione che, comunque, ci fornisce dati oltremodo interessanti. Noterete come su alcuni aspetti le posizioni dei partecipanti risultano chiare e nette. È anche vero che molte domande accettassero solamente una risposta secca ma è parimenti vero che, se indecisi, si disponeva della facoltà di non rispondere. I dati rilevati sono parecchi, in questo articolo ve ne presentiamo solo alcuni ma per i più curiosi è disponibile un file sulla nostra pagina Facebook con le domande e le risposte complessive (naturalmente anonime). La stesura del questionario si è rilevata più complessa e avvincente di quanto immaginassi e ci ha sicuramente lasciato intendere quanto sia importante, e al contempo difficile, formulare correttamente una domanda. Tanto che quel che vi presentiamo è un lavoro che ci ha occupato a più riprese fin dagli incontri di redazione di agosto.
Il pubblico, seppur in modo non canonico, ci ha raccontato qualcosa di personale, di intimo. Ci ha pure detto che alcune cose non vanno, che a volte l’immagine o l’assenza di comunicazione causano pressioni indesiderate, a volte opprimenti. Il feedback generale non ci è troppo chiaro, ed è forse un bene: sbilanciarsi sull’analisi di un piccolo campione e su di un tema così complesso sarebbe da sprovveduti.
A noi basta riportarvi i dati nella loro genuinità (ottenuta grazie al filtraggio di alcune risposte un po’ troppo “simpatiche”, per fortuna poche) e lasciarvi con qualche rapida conclusione.
Ai numeri l’ultima parola.

I dati

di Lorenzo Caldirola

Il campione, formato da 420 individui, è principalmente eterosessuale (87%) anche se nella parte femminile si riscontra un considerevole 11.5% di bisessuali. V’era inoltre la possibilità di dichiararsi asessuali, scelta compiuta da solo 7 persone.
Oltre al 7% del campione maschile che si dichiara omosessuale o bisessuale un 10% pur definendosi etero confessa di aver provato almeno una volta esperienze omoerotiche. Per la controparte femminile il dato si fa ancora più interessante, infatti risulta che più del 30% delle partecipanti ha avuto esperienze omoerotiche.
Questi dati vanno valutati comunque ricordando che la metà dei partecipanti, soprattutto quindici e sedicenni, sono ancora vergini. Eppure riguardo a chi si è detto già avviato ad esperienze sessuali risulta che la perdita della verginità per la maggior parte di loro sia avvenuta tra i 15 e i 17 anni.
Dopo il tema classico della verginità siamo andati a mettere il naso in un altro must: la masturbazione, curiosi di indagarla soprattutto al femminile. Ampio è infatti il divario tra uomini e donne, infatti se a masturbarsi sono il 91% dei primi per quando riguarda le seconde sono il 52%. Gli uomini inoltre fanno nella maggioranza dei casi uso della pornografia per farlo, delle donne solo il 37%. Inoltre se il 70% degli uomini si masturba almeno 4 volte a settimana delle donne solo il 20% supera le 3 volte.
È opinione comune che le donne abbiano una maggiore tendenza a non accettarsi e ad essere meno sicure del proprio aspetto, ma risulta ugualmente sorprendente che quasi la metà di queste abbia dichiarato di provare imbarazzo nel mostrarsi nuda al proprio partner. Al maschile invece questo stesso dato si attesta sul 10%.
Spesso è l’uomo imputato di non essere riuscito ad iniziare a concludere un rapporto sessuale, invece dai dati emerge che questo è capitato maggiormente alle donne (40% e 50% rispettivamente). In ogni caso l’80% dei partner non l’ha fatta pesare allo/a sfortunato/a.
Sfatiamo poi un cliché sugli uomini che parlano sempre di sesso con gli amici perché la discrepanza per quanto riguarda questo dato tra maschi e femmine è solo del 5%.
Risulta infine che in casa si parla ancora poco di sesso. Gli uomini sono i meno propensi ad affrontare queste tematiche coi genitori ma in generale l’ha fatto solo il 40% degli intervistati. Sembra dunque esserci un salto generazionale e un tabù familiare.

In conclusione

di Arianna Gelfi

Questi siamo noi, in numeri. Ma siamo noi davvero perché siamo stati i primi ad auto-sottoporci al questionario per testarlo e poi a girarlo ai nostri amici, di cui conosciamo la fidanzata, la mamma, la ex fidanzata. Eppure questa moltiplicazione di voci ci restituisce un’immagine che guardiamo con grande stupore e forse con ancora maggior curiosità.
Come abbiamo già detto non ci sentiamo di tirare delle conclusioni universali ma ciò non toglie che sia stato importante saperci un po’ tutti sulla stessa barca, alle prese con questa sessualità che ci fa perdere la testa, il treno o l’infanzia. Ognuno se la cava come può, qualcuno la soffre un po’, altri hanno imparato a godersi il viaggio. Già che si è su questa barca, si è pensato di approfittare così della situazione.
Col senno di poi vi diciamo che è stato bello chiaccherarne insieme.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...